Diritti e rovesci: Il governo tedesco ha aperto un sito per spiegare ai migranti come fare sesso con le donne europee?

salvini

La notizia di cui parla Salvini e tratta da questo articolo de il giornale

giornale

L’articolo afferma poi:

Disponibile in 12 lingue, tra cui l’arabo il turco e il farsi, nel sito è chiaramente spiegato come esso sia destinato soprattutto alle persone non-bianche (nonwhites) provenienti dai Paesi del terzo mondo.

[…]

Ma perché il governo tedesco avrebbe deciso di aprire una tale pagina? Evidentemente gli episodi di violenza sessuale avvenuti a Colonia durante la notte di Capodanno, le vicende analoghe che sono state denunciate su tutto il territorio nazionale e le reazioni intimorite che si stanno manifestando nell’opinione pubblica hanno portato il governo a prendere delle contromisuretentando di “educare” i nuovi arrivati alle abitudini sessuali dell’Occidente. Per far sì che la Germania multiculturale non si trasformi in una nuova società ad alta conflittualità sociale.

Ma le cose stanno proprio così?

Assolutamente no! Si tratta di un normalissimo sito di educazione sessuale chiamato Zanzu.de. L’educazione sessuale è importante e questo sito è fatto in modo da essere facilmente comprensibile per chiunque, indifferentemente che la coppia sia composta da una “donna tedesca bianca” e un migrante o qualsiasi altra coppia.

In pratica, un immigrato con scarsa conoscenza della lingua tedesca può apprendere dal nuovo portale informazioni attendibili e di facile comprensione sulla salute sessuale.

A far scattare l’accusa della “promozione del sesso interrazziale” sono state sicuramente le immagini riportate nel sito, che raffigurano persone sia bianche che di colore rappresentate immagini di svariati rapporti.

rapporti-coppia

Un altro esempio è la sezione che riguarda la prevenzione contro le malattie sessualmente trasmissibili:

pres

C’è anche una sezione dedicata ai problemi di coppia legati all’ambito sessuale, dove si può tranquillamente dire che non vi sono raffigurati una “donna tedesca bianca” e un migrante:

rapporti-coppia-300x83

Si può anche vedere la sezione relativa ai diritti e al divorzio (i due ritratti nell’immagine non sembrano “un migrante e una donna bianca tedesca” o “un tedesco e una donna migrante”):

divorzio-300x104

Non si tratta affatto di “promozione al sesso interrazziale” o di “guide per migranti per far sesso con le europee bianche”, ma di semplice e sacrosanta educazione alla salute sessuale che riguarda tutti.

Zanzu è stato creato da BZgA (Bundeszentrale für gesundheitliche Aufklärung), il Centro Federale di Educazione Sanitaria della Germania, e dal Sensoa, il Centro di Esperienza per la Salute Sessuale delle Fiandre.
Sensoa è l’organizzazione associata ufficialmente al Ministero del Benessere, Salute Pubblica e Famiglia della Fiandre e porta avanti la politica dell’educazione sessuale del governo fiammingo.
BZgA è un’autorità specializzata che fa parte del Ministero della Salute Federale Tedesca. È responsabile della realizzazione di attività di promozione della salute e dell’educazione sanitaria a nome del Governo Federale. BZgA è anche un centro che collabora con l’OMS Europa (l’Organizzazione Mondiale della Sanità) in materia di salute sessuale e riproduttiva.
Il contenuto di questo sito web è stato approvato da un comitato internazionale composto da esperti europei nel campo della salute sessuale e riproduttive e da rappresentanti dell’OMS.

Le lingue in cui è tradotto il sito sono le seguenti:

  • tedesco
  • inglese
  • francese
  • russo
  • turco
  • arabo
  • bulgaro
  • polacco
  • albanese
  • rumeno
  • olandese
  • spagnolo

Quindi affermare che il sito “sia destinato soprattutto alle persone non-bianche provenienti dai Paesi del terzo mondo” è falso anche perché 11 lingue su 12 sono europee o comunque non di zone del “terzo mondo”.

Il sito, in realtà, era già presente in Belgio con il dominio Zanzu.be registrato nel 2014, mentre il dominio .de è stato registrato nel 2015. Uno dei due enti promotori, Sensoa, è belga. Questo per dirvi che la nascita del sito non ha nulla a che vedere con i fatti di Colonia, come sostenuto dall’articolo de “Il Giornale”.

Su Internet a volte è difficile trovare informazioni corrette in tutte le lingue circa la salute sessuale.Basta visitare il sito e consultare il suo contenuto per renderci conto che fornisce informazioni utili per venire a conoscenza di questioni legate all’ambito della salute sessuale e non solo. Non in tutti i Paesi del mondo viene fatta un’adeguata educazione sessuale e di prevenzione delle malattie trasmissibili (o non viene fatta del tutto), è un dato di fatto. Vi sono anche differenze tra gli stessi Paesi membri della Comunità Europea.

Arrivare a dire che si tratta di un sito dedicato “esclusivamente a promuovere il sesso interrazziale tra “rifugiati” non bianchi e persone europee” è scorretto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...