CAOS DENTRO: Cosa danno stasera su Caos Dentro?

Quante volte vi è capitato di porvi o sentire la domanda “cosa fanno stasera?” riferita al cinema, al teatro o alla televisione? Qualche anno fa, invece, si usava l’espressione “cosa danno” per cercare di capire quali spettacoli, film o comizi sarebbero stati presentati al pomeriggio o alla sera.

Ogni parola racchiude un significato, e sostituire semplicemente una lettera, come in questo caso una “d” con una “f”, porta ad uno stravolgimento del suo senso. Il verbo fare, oggi di largo uso, implica un distacco tra chi “fa” e quindi “recita” e chi è spettatore, che guarda distaccato, mentre, il verbo dare amplia notevolmente i ruoli di artista e spettatore. La semplice frase “cosa danno stasera a teatro” implica che gli attori in scena inizino a recitare in quanto portatori di un bagaglio da trasmettere e quindi offrano un’esperienza agli spettatori. Questi, che assistono all’opera o allo spettacolo, ricevono un’offerta da parte degli organizzatori dell’evento e ognuno di loro torna a casa con qualcosa in più che gli è stato, appunto, donato. Ovviamente non si tratta di un dono materiale, di un bene che ci riempie la pancia, ma di un qualcosa che favorisce la formazione della nostra cultura.

Guardando sul dizionario alla voce cultura, è possibile individuare la definizione “complesso di nozioni che contribuiscono a plasmare il carattere e ad affinare le attitudini cognitive di un individuo”. La cultura è quindi una cosa personale, non esiste una cultura globale o comunitaria che si coltiva da quando si è piccoli. Inizialmente quella dei neonati si compone solo delle esperienze sensoriali più elementari, le emozioni che si provano quando si ha fame o si prova malessere. Crescendo si ha una formazione culturale che deriva dalle abitudini e dagli insegnamenti forniti inizialmente dai genitori, dalla famiglia e, successivamente, dagli educatori che ogni persona incontra durante il proprio percorso formativo.

Questo percorso non deve interrompersi alle sole conoscenze ed informazioni che vengono trasmesse, ma ogni persona deve, da ogni esperienza che vive, saper cogliere informazioni che consentano la costruzione di un proprio punto di vista. Il pensiero, come la cultura, deve poter essere individuale e personale. Ogni persona deve essere libera di esprimere il proprio e non deve assolutamente assorbirne uno che non le appartiene, solo perché imposto dalle abitudini e dalle tradizioni, familiari e comunitarie. È innegabile che esse siano alla base della formazione del pensiero, ma questo diventa maturo solo nel momento in cui insegue la propria via, autonoma ed unica.

“Pensiero” è una parola semplice, ma oggi giorno viene spesso interpretata con accezione negativa. Quante volte le persone proferiscono la frase “non pensare” oppure “non devi pensarci”, quasi a voler dare una sfumatura legata a “paura” o “malignità” a questa bellissima parola.

Ricordiamoci che fino a qualche secolo fa, nel periodo di massimo sviluppo di Firenze, sotto la casata dei Medici, erano molto floride le scuole di pensiero, nelle quali si formavano degli individui pensanti, e le varie scuole, pur possedendo idee molto diverse tra loro, si rispettavano e si ammiravano l’un l’altra.

Ogni volta che sarà programmata l’uscita di un nuovo articolo di CAOS DENTRO, attendiamola con stupore, con entusiasmo, con trepidante attesa e chiedendoci “cosa DANNO stasera su Caos?”. Leggiamolo, apriamo la mente, e soprattutto PENSIAMO e facciamo cultura, la NOSTRA CULTURA. Non dimentichiamo che ogni esperienza fornisce nuovi spunti per favorire l’uso della nostra mente e, soprattutto, che sarà di fronte alle difficoltà che sarà possibile accrescere il nostro pensiero e vedere chi sarà in grado di pensare e trovare una soluzione efficace.

Siate curiosi e attraverso la curiosità accrescete la vostra cultura… anche con CAOS DENTRO!

Simone

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...