Alan Turing si dichiarò colpevole

Una mostra interattiva sull’uomo che ha cambiato la storia grazie al suo genio.

Mostra interattiva sulla vita del personaggio aperta dalle ore 9.00

ore 15.00
Proiezione gratuita film: The Imitation Game
Intervento Simone Rubinacci, dottorando in informatica ad Oxford

ore 21.00
Convegno a tema Omosessualità e Omofobia
moderato da Stefano Bolognini, direttore del mensile Pride, con:

Giovanni Mascheretti, Avvocato esponente dell’associazione Rete Lenford:
“L’evoluzione dei diritti lgbti: Regno Unito e Italia a confronto.”

Giorgia Fracca, psicologa, membro ALIpsi (associazione lacaniana italiana di psicoanalisi):
“Dal caso Alan Turing all’omogenitorialità: un percorso non omogeneo.”

Stefano Giussani, giornalista, scrittore e documentarista:
“Omofobia: il disturbo è nella società?”

11295824_1605372366413293_5505830849521142810_n

“Convinto da suo fratello e dal suo avvocato, Alan Turing si dichiarò colpevole. Il caso venne chiuso il 31 marzo 1952: grazie alla sua confessione di colpevolezza gli venne offerta la possibilità di scegliere tra la prigionia e la libertà vigilata, che gli sarebbe stata concessa solo a patto che si sottoponesse a una terapia ormonale con lo scopo di ridurre la libido (che lo rese impotente e gli provoco ginecomastia).

Scegliendo la seconda via ha potuto continuare la sue ricerche per altri due anni (anticipando di sessanta anni alcune teorie nel campo della biologia teoretica).”

Ah, non l’abbiamo detto, Alan Turing si dichiarò colpevole di omosessualità.

Il nostro evento è stato creato per parlare, con un approccio diverso dal solito, di omofobia. Alan Turing una persona brillante, che ha salvato milioni di vite anticipando la fine della seconda guerra mondiale è stato trattato in maniera disumana e nessuno (o pochi) sono al corrente della sua vicenda. Noi, nel giorno dell’anniversario della sua morte, vogliamo raccontare la sua storia per rendere omaggio alla sua memoria.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...