AZYMUTH

L’associazione Azymuth nasce nel 2011, ma fonda le sue radici in un progetto del CSE (Centro Socio Educativo) del 1983. Nel centro di Bonate lavorava Giuseppe (per tutti Peppino) e, lavorando con ragazzi diversamente abili, si è reso conto che essi avevano bisogno di uscire, stare a contatto con la gente. Così venne utilizzata l’ Arca, una casetta nei pressi del comune di Calusco. In pochi anni si è capito che lo spazio era troppo “privato”, ci voleva un posto più inserito nella comunità. Per questo si è deciso di spostarsi nell’attuale negozio in centro al paese, in Piazza S.Rooco 32. Il negozio prima ospitava un fruttivendolo; gli Alpini l’hanno sistemato e hanno fatto sì che fosse accessibile ai ragazzi. Si è deciso di aggiungere altri ragazzi del CFPH di Carvico, un centro per l’inserimento nel mondo del lavoro. Dal 1995 al 2007 l’attività è proseguita con successo. Con il cambio di amministrazione c’è stata l’apertura di un altro centro, giustificando la scelta con il fatto che i locali di Azymuth non fossero del tutto a norma. Fu indetta una gara d’appalto; la cooperativa del CSE, pur potendo, ha deciso di non parteciparvi. Fino ad allora erano presenti 7 ragazzi di Calusco e 3 di Villa d’Adda. Per far continuare tale realtà sono state raccolte circa 700 firme ma non hanno avuto alcuna utilità. Prima gli orari erano dalle 8:30 alle 17, adesso di meno, solo il pomeriggio dalle 15 alle 17.30, ma il negozio non è mai stato chiuso un giorno. Le famiglie dei ragazzi di Villa d’Adda si organizzate per creare un’altra realtà, Chopin. Poi è venuta l’idea dei volontari. Ad oggi ci sono 8 volontari fissi più 3 che sono più saltuari. Comunque viene sempre garantito il rapporto 1 a 1. Il presidente è Ettore Fanelli, il vice presidente Giulio Arzuffi, il segretario Clotilde Gualandris. L’associazione ha 3 obiettivi fondamentali: essere una parte attiva sul territorio, fare in modo che l’esterno conosca la loro realtà ed essere autonomi. Quest’ultimo punto, il più complesso ed economicamente difficile, non è ancora stato del tutto realizzato. Ci sono 3 associazioni in particolare che aiutano Azymuth: Sbirrando, Il gruppo di Babbo Natale e l’Auser. Sono state create anche delle tessere che ad oggi sono più di settanta. L’associazione collabora con Algomas confezionando bomboniere. Ospitano nella loro vetrina le pigotte e sfruttano il loro spazio espositivo anche per la vendita del cioccolato dell’Associazione Ciechi. Oltre al confezionamento di bomboniere nel negozio si possono trovare borse, accessori per la cucina e per la casa. Non tutta la lavorazione è fatta dai ragazzi, che comunque danno sempre il proprio contributo. Potete trovare l’associazione anche su facebook. Dal momento che si basa sul lavoro dei soli volontari, Azymuth è sempre alla ricerca di nuove forze, soprattutto giovani. Quindi vi invitiamo a fare un giro nel negozio ed a scoprire meglio l’attività di Azymuth!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...