Pillole di politica: Endorsement

Dall’inglese: [to endorse] mettere la firma dietro

In tempo di elezioni si sente molto parlare di endorsement, parola da definire perbene. L’immagine etimologica ci racconta un girare il foglio e metterci dietro la firma per avallare, approvare, magari garantire qualcosa; infatti nel lessico bancario significa la girata. Quindi, in politica – ma anche in ogni altro caso in cui si voglia sostenere un’idea o un’azione – l’endorsement è l’appoggio di qualcuno, in particolare di una personalità o di un gruppo importante. Si potrà quindi ricevere l’endorsement di un artista, di un movimento politico, di un’organizzazione non governativa. 
Un po’ di confusione sul termine è causata dal fatto che l’endorsement è anche un contratto pubblicitario, per cui personalità di spicco – come atleti o artisti – si impegnano a usare uno strumento o un accessorio di una certa marca. L’idea resta la stessa, quella di un appoggio, ma una figura così simile al testimonial sembra avere sempre un che di meno serio rispetto alla dichiarazione di adesione e sostegno dell’endorser politico.
Da notare come comunque non manchino sinonimi italiani di questa parola (appoggio, sostegno, approvazione, etc…) – e visto che rispetto a questi è mediamente meno conosciuta e usata, è buona norma limitarla ai contesti in cui si è certi di essere capiti, e in cui viene apprezzato il gusto di una lingua più… international.

Quali sono secondo voi gli endorsement più significativi della politica italiana ed internazionale? Quali i più inattesi e quali i peggio riusciti?

Annunci

One thought on “Pillole di politica: Endorsement

  1. Anonimo ha detto:

    L’appoggio più pericoloso è quello della “comunità internazionale, l’opinione pubblica” per giustificare la propria politica.

    Qualcuno voleva radere al suolo l’Afganistan e agitando prove false (non centrava lui con la storia dell’11 settembre)
    ha convinto altri ad appoggiarlo in questa iniziativa.
    Qualcuno voleva radere al suolo l’Iraq e agitando prove false (Antrace e missili inesistenti)
    ha convinto altri ad appoggiarlo in questa iniziativa.
    Qualcuno voleva radere al suolo l’Iran e agitando prove false (programma nucleare non veritiero)
    ha convinto altri ad appoggiarlo in questa iniziativa Ma la Russia gli ha mandato a monte l’affare.
    Qualcuno voleva indebolire gli stati arabi del Nord Africa e con motivazioni false (li non c’è la democrazia)
    ha convinto altri ad appoggiarlo e adesso c’è una Libia nel Caos, e un Egitto sul filo del rasoio.
    Qualcuno voleva radere al suolo la Siria e agitando prove false (attacco chimico)
    ha convinto anche altri ad appoggiarlo in questa iniziativa. Ma la Russia gli ha mandato a monte l’affare.
    Qualcuno voleva sottrarre l’Ucraina all’influenza russa e con l’appoggio delle simpatiche e varie rivoluzioni colorate e la
    manipolazione delle piazze ha deposto un governo legittimamente eletto.

    Sempre con lo stesso sistema: ottenere prima l’appoggio dell’opinione pubblica facendo diventare il proprio obiettivo un mostro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...