Pillole di politica: Start up

Con il termine start up si identificano le neo imprese dove sono in corso alcuni processi organizzativi. Le start up sono la culla dei processi di base che faranno di un piccola impresa una grande impresa, come ad esempio lo studio del mercato per lanciare un determinato prodotto, o lo studio della struttura interna dell’impresa, una sorta di scheletro sul quale si dovrà appoggiare tutta la struttura futura di una impresa.Creatività, spirito di iniziativa e volontà di mettersi in gioco sono caratteristiche che deve possedere chi sceglie di avviare un’attività. Ma non basta. Prima di partire con una start up il futuro imprenditore deve valutare attentamente la validità e la l’attuabilità dell’idea attraverso un ben studiato e dettagliato piano strategico di impresa il cosiddetto Business Plan.Il piano di impresa è molto importante, perchè è da esso che si concretizzano i tempi, i costi, e tutte le azioni generali per rendere una impresa start up operativa. Dopo aver curato nei minimi dettagli il business plan, la nostra start up è pronta per il passo successivo, quello per la registrazione al registro delle imprese, alla partita Iva e all’Inail, alla fine con questi strumenti la nostra neo impresa puo’ ritenersi pronta ad entrare nel mercato e iniziare il proprio lavoro.

Molte imprese start up nascono da semplici idee, intuizioni che possono con un buon studio iniziale in poco tempo volgere a grandi imprese, ma per far questo è necessario anche trovare i giusti finanziamenti investitori privati o pubblici che credono nell’idea. Questo per una start up è un punto molto delicato soprattutto all’inizio dove la giovane impresa deve ( o dovrebbe) essere supportata nei primi passi. Spesso molti non sanno a chi rivolgersi e l’idea invece di decollare si blocca e muore nel tempo. Per evitare questo è bene dopo aver messo tutto per scritto nel progetto di impresa, iniziare a studiare piani mirati per i finanziamenti i quali possono venire in certi casi dalla camera di commercio stessa al momento della registrazione dell’impresa, o a bandi pubblici italiani o europei. E’ in Europa che molte start up trovano terreno fertile per crescere grazie ai numerosi bandi che il parlamento europeo mette a disposizione con fondi destinati proprio ad aiutare le nuove imprese.

Se non si trovasse aiuto seguendo queste strade, non c’è da demoralizzarsi, non bisogna sprecare un’ idea nè il coraggio di perseguire un sogno, perchè chi vuole diventare un grande imprenditore di una grande azienda deve esserlo fin, e soprattutto, nelle fasi iniziali. Gli startupper ci sono sempre stati. All’Italia non mancano le idee nè le capacità.Alla fine degli anni novanta si ricorda un crescente sorgere di nuove imprese legate al web, molte fallirono in breve tempo, ma altre sono cresciute e sono diventate aziende a livello mondiale. Ambizione, capacita, fortuna e studio del mercato, sono i sinonimi di una start up che vuole essere competitiva. La rete internet è sicuramente il mezzo ormai più importante per qualsiasi impresa che voglia crescere, oggi l’idea si può concretizzare in tempi velocissimi in un sito e dare così forma virtuale ad un pensiero frutto dell’ambizione, ma proprio per queste facilità che è importantissimo per una neo impresa pianificare bene alla base le strategie di attacco, proprio per abbattere la concorrenza e vincere di originalità.

Nell’attuale sistema economico sono le startup l’unico motore di nuova occupazione, ed è per questo che i paesi devono, o dovrebbero, dare la giusta importanza alle giovani idee del presente che non sono altro che i mattoni del futuro di un paese.

Annunci

One thought on “Pillole di politica: Start up

  1. Anonimo ha detto:

    Poi arriva la grande multinazionale che ti mette sul piatto tot milioni di euro, si compra la start up, acquisisce tutto il bagaglio tecnico e di prodotti e dopo aver svuotato la scatola se ne va alla ricerca di altre start up da inglobare. Così elimina possibili concorrenti e si ingrandisce.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...