PILLOLE DI POLITICA: QUORUM

Il termine quorum indica il numero di partecipanti o elettori necessario affinché una votazione sia valida. Il termine deriva dal latino quorum che significa “dei quali”. Nella legislazione italiana è richiesto ad esempio in diritto pubblico per la validità del referendum abrogativi, cioè indetti per eliminare parzialmente o del tutto una legge, o per l’elezione del Presidente della Repubblica, ma vi sono anche esempi in altri campi come nel diritto societario. Il quorum viene solitamente previsto nei casi in cui si voglia evitare che un’esigua minoranza di elettori possa prendere decisioni riguardanti l’intera collettività. Per questo motivo quasi tutti gli statuti di società e associazioni prevedono quorum (a volte molto elevati) per decisioni importanti, come le modifiche statutarie o lo scioglimento.

Non esiste solo un tipo di quorum:

•          Il quorum strutturale o costitutivo indica il numero o la percentuale minimi di aventi diritto che devono essere presenti a una riunione o partecipare a una votazione, affinché sia ritenuta valida e possa avere gli effetti proposti. Corrisponde, in sostanza, al numero legale.

•          Il quorum funzionale o deliberativo indica il numero o la percentuale di voti a favore minimi da ottenersi perché un candidato possa essere eletto o una proposta possa essere approvata.

•          Il quorum per opzione (per-option quorum) è una modalità alternativa di quorum che invece di porre un vincolo sul numero minimo di votanti complessivi, lo pone sul numero di votanti di almeno una delle due opzioni (favorevoli o contrari).ì

Il vantaggio principale del quorum per opzione è che risolve il problema del boicotaggio del quorum e che incentiva a partecipare alla votazione i votanti che hanno un’opinione chiara in favore o a sfavore della questione oggetto di voto. Pochissimi Paesi prevedono un quorum da raggiungere per la validità dei referendum abrogativi. Ciò non accade, ad esempio, n Svizzera e negli Stati Uniti, paesi che fanno ampio uso del referendum, specialmente a livello locale. Quando il quorum non viene raggiunto, la votazione non può avere effetto sulla legislazione, o nessuno viene eletto, e non può perciò cambiare lo stato contingente delle cose. Quindi coloro che sono a favore del mantenimento dello status quo hanno la possibilità di attuare una strategia ostruzionistica, detta anche sabotaggio del quorum, che consiste nel non partecipare, e nell’invitare altri a non prendere parte alla votazione. Questa tattica è vantaggiosa, rispetto ad andare a votare per il mantenimento dello status quo, in quanto, a coloro che non vanno a votare per scelta, si aggiungono tutte quelle persone che solitamente non si esprimono perché disinteressate alle votazioni. Il requisito del raggiungimento di un quorum per la validità del voto e dei suoi effetti è stato oggetto di alcune posizioni contrarie, che in genere lo contestano per ragioni fra le quali:

•          disincentiva la partecipazione al voto per i contrari, e a volte di riflesso anche per i favorevoli;

•          porta a situazioni in cui viene confusa la volontà dei contrari con quella degli indecisi/disinteressati;

•          nei casi in cui c’è incertezza sul raggiungimento del quorum ma non sulla prevalenza di una delle due opzioni, elimina di fatto la segretezza del voto;

•          consentirebbe agli astensionisti di invalidare il voto di chi si è recato alle urne;

•          se i contrari si dividono tra chi vota no e chi non vota per non far raggiungere il quorum, il sì può vincere anche con una minoranza: ad esempio se il 25% più 1 votano sì, il 25% vota no, il 25% non vota per non far raggiungere il quorum, e il 25% sono quelli che comunque non vanno a votare, il quorum viene raggiunto e vince il sì, anche se i sostenitori del no sono il doppio.

E’ importante osservare come sia inaspettatamente difficile prendere decisioni a nome di tutti e d’ora in poi capiremo meglio perché alcune decisioni non rispecchiano la volontà della maggioranza delle persone. Anche la democrazia ha dei limiti e solo dei cittadini educati alla responsabilità non si fanno attrarre da meri giochetti o ricatti politici.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...