PILLOLE DI POLITICA: SPREAD

Questa puntata di Pillole di Politica è dedicata al famigerato spread…di cosa si tratta in realtà?

Lo spread è un numero che indica una differenza percentuale, ad esempio fra rendimenti, cioè tra i tassi di interesse che si ottengono da diverse obbligazioni. Lo spread a cui si fa spesso riferimento in questi tempi è quello fra il rendimento dei Bund tedeschi e dei Btp (buoni del tesoro poliennali) italiani, di durata decennale. Bund e Btp sono obbligazioni governative, rispettivamente tedesche e italiane, ossia titoli grazie ai quali gli stati incassano subito dei soldi, per esempio quando i cittadini vanno in banca e comprano tali obbligazioni, per poi restituirli dopo un certo numero di anni, con gli interessi.
Più uno stato è affidabile dal punto di vista economico, minore è l’interesse che viene pagato a chi compra le sue obbligazioni perché colui che investe il capitale è praticamente certo di riprendersi i soldi una volta scaduta l’obbligazione. Facciamo un esempio: se il Bund rende il 3 per cento all’anno e il Btp italiano rende il 9 per cento all’anno si dice che fra i due vi è uno spread, una differenza, del 6,00 per cento (o, ed è la stessa cosa, di 600 punti). Dati questi rendimenti, ciò significa che se oggi compro diecimila euro di Bund, il mio capitale (teorico) fra un anno sarà di 10.300 euro; se invece compro diecimila euro di Btp italiani, fra un anno il mio capitale sarà di 10.900 euro. La differenza (o spread) di 600 euro è causata dal fatto che lo stato italiano è considerato meno affidabile di quello tedesco e quindi c’è una maggiore probabilità (ipotetica) che fallisca e non sia in grado di restituire il denaro dei Btp con i dovuti interessi.
Insomma, comprare Bund significa accontentarsi di un rendimento molto basso ma essere quasi certi di ricevere indietro i soldi con gli interessi; comprare Btp italiani significa puntare a un rendimento più elevato confidando che l’Italia non fallirà. Ma quanto più lo spread aumenta, tanti più interessi lo stato italiano dovrà pagare e tanto meno apparirà economicamente affidabile: una spirale molto pericolosa e difficile da gestire. Il governo deve trovare subito un modo per farci apparire affidabili dal punto di vista economico, ma lo siamo davvero?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...